Quesito: parcheggio dell’ auto in cortile privato condominiale

1
1337

DOMANDA: Buon giorno. Premesso che lo scrivente abita in un alloggio popolare ATC di torino. In quanto affittuario dell’alloggio usufruisco del cortile per il parcheggio dell’auto, è un cortile recintato con un muro e cancelli perimetrali, e un cancello non automatico per l’entrata. Oggi sono entrati gli agenti della municipale è anno posto le auto a controllo. Mi e stato detto che le auto senza assicurazione non possono sostare nel cortile. Altrimenti rischio multa e sequestro del mezzo. Io chiedo se è possibile tutto questo, so che su un cortile privato non lo possono fare, la normativa si applica solo su suolo pubblico o anche nei cortili delle case popolari?
Grazie distinti saluti

Risposta:

La presenza di auto senza assicurazione è un fenomeno sempre in più in  espansione, e non riguarda solo le vetture in circolazione sulle strade, ma anche i veicoli parcheggiati sul suolo pubblico pur sprovvisti di copertura assicurativa. C’è chi, infatti, credendo di risparmiare preferisce lasciare l’automobile in sosta su strada per non pagare la rata dell’assicurazione RCA, in attesa di poterla riutilizzare dopo aver sistemato la propria situazione economica.

Auto parcheggiate senza assicurazione: la normativa
La normativa parla chiaro:

«I veicoli a motore senza guida di rotaie, compresi i filoveicoli e i rimorchi, non possono essere posti in circolazione su strade di uso pubblico o su aree a queste equiparate se non siano coperti, secondo le disposizioni della presente legge, dall’assicurazione per la responsabilità civile verso i terzi prevista dall’articolo 2054 del codice civile».

Ma c’è un’ulteriore precisazione:

«Sono considerati in circolazione anche i veicoli in sosta su strade di uso pubblico o su aree a queste equiparate. Ai fini dell’applicazione della legge sono equiparate alle strade di uso pubblico tutte le aree, di proprietà pubblica o privata, aperte alla circolazione del pubblico».

Anche la Corte di Cassazione si è espressa la riguardo:

«assume evidentemente rilievo la considerazione per cui anche un veicolo in sosta, oggettivamente idoneo alla circolazione, può essere coinvolto in un sinistro ed essere fonte di danni per i terzi»

Pubblicità

1 commento

  1. non è chiaro se in questa espressione rientra anche il cortile privato nel quale in teoria è inibita la circolazione a terzi estranei :«Sono considerati in circolazione anche i veicoli in sosta su strade di uso pubblico o su aree a queste equiparate. Ai fini dell’applicazione della legge sono equiparate alle strade di uso pubblico tutte le aree, di proprietà pubblica o privata, aperte alla circolazione del pubblico»

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui