Pubblichiamo, in allegato, la lettera inviata dopo il Consiglio dei Ministri n. 15 del 30 aprile 2014.

Sono indicati 44 punti-obiettivo, alcuni condivisibili, altri (forse troppi) difficilmente realizzabili.

Vengono annunciati, fra gli altri, leggi auto-applicative, l’abolizione della figura del segretario comunale, la modifica del codice degli appalti pubblici, la fissazione della udienza di merito entro 30 giorni in caso di sospensione cautelare negli appalti pubblici, asili nido nelle amministrazioni ed un rigoroso sistema di incompatibilità per i magistrati amministrativi, accorpamento di Aci, Pra e Motorizzazione Civile, gestione associata dei servizi di supporto per le amministrazioni centrali e locali, agevolazione del part-time, modifica dell’istituto della mobilità volontaria e obbligatoria.

La lettera si conclude con l’invito a tutti i dipendenti a scrivere, per commenti o suggerimenti, entro il 30 maggio 2014, alla email: rivoluzione@governo.it

Michele Orlando

P.A.sSiamo

Condividi.

Informazioni sull'autore

Invia una risposta