Le ferie non godute per motivi di salute possono monetizzarsi, se la pensione è dietro l’angolo.

0
11

Le ferie non godute per motivi di salute possono monetizzarsi, se la pensione è dietro l’angolo.
Durante la mia carriera è capitato anche a me il caso di una dipendente che, prossima alla pensione, ricevuto l’ordine di collocarsi in ferie al fine di cessare il rapporto di lavoro, previo esaurimento del suo “monte ferie residue”, si è disposta a pronta esecuzione, per l’appunto collocandosi in ferie. La sorte ha poi voluto che, dopo pochissimi giorni di ferie, la predetta dipendente venisse colta da una lunga malattia, di talché il periodo di malattia si è sovrapposto alle ferie, con la conseguenza che l’Amministrazione ha dovuto pagare a questa persona -a cui auguro di godere della pensione per molti anni ancora (ove mai non sia già passata a miglior vita)- le “ferie non godute”.

Per carità!

Qualche mal pensante potrebbe ritenere che la dipendente di cui ho raccontato questa breve vicenda abbia dolosamente (complice qualche accondiscendente medico di famiglia) rimesso un certificato medico al fine di praticare un’ingiusta locupletazione ai danni dell’Amministrazione. Ma io non sono mal pensante ed avendo rispetto delle malattie altrui mi rifiuto di credere che ciò sia avvenuto.

Queste brevi ricordanze mi vengono rievocate dalla lettura che ho appena fatto (sulle pagine del quotidianoentilocali.ilsole24ore.com, del 30 gennaio 2020) della vicenda trattata dal Consiglio di Stato, con il parere n. 154/2020, allorquando ha sancito che Il dipendente ha diritto all’indennità per le ferie non godute per causa a lui non imputabile anche quando una normativa settoriale isolatamente interpretata sembri formulare un divieto in questo senso, ciò in quanto, per questi casi, pare entri in gioco un diritto riconosciuto dalla Costituzione e dal diritto internazionale.

Cosa fare, quindi, per evitare che un diritto possa trasmodare in abuso da parte del furbetto di turno? Occorre non far accumulare troppe ferie ai dipendenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui