Secondo il T.R.G.A. (Trentino-A. Adige Bolzano, 27/06/2018, n. 214) il vincolo di inedificabilità della ” fascia di rispetto stradale”, che è una tipica espressione dell’attività pianificatoria della P.A. nei riguardi di una generalità di beni e di soggetti, non ha natura espropriativa, ma unicamente conformativa, perché ha il solo effetto di imporre alla proprietà l’obbligo di conformarsi alla destinazione impressa al suolo in funzione di salvaguardia della programmazione urbanistica, indipendentemente dall’eventuale instaurazione di procedure espropriative.

Condividi.

Informazioni sull'autore

Pino Napolitano

Avvocato, dirigente comunale, Dottore di ricerca e specializzato in Diritto Amministrativo.

Invia una risposta