E’ inammissibile per carenza di legittimazione attiva l’impugnativa di un provvedimento comunale che ha previsto l’istallazione di paletti “dissuasori di sosta” in una strada di un centro storico, presentato da titolari di esercizi commerciali a causa della perdita di prestigio degli esercizi commerciali e a tutela della salvaguardia della fruizione libera e sicura da parte degli avventori.

Con questa pronuncia il T.A.R. Campania Napoli Sez. VII, 16/03/2017, n. 1523, non  ha ammesso il ricorso di alcuni esercenti che ritenevano leso l’interesse connesso ai propri esercizi commerciali, in relazione alla scelta dell’Amministrazione comunale di proteggere la vigenza dei divieti di sosta con specifici paletti dissuasori.

Forse il mezzo di tutela prescelto è stato sbagliato, a prescindere dal merito della doglianza.

Condividi.

Informazioni sull'autore

Pino Napolitano

Avvocato, dirigente comunale, Dottore di ricerca e specializzato in Diritto Amministrativo.

Invia una risposta