Sanzione disciplinare per non aver indossato l’uniforme.

0
291

La Sezione lavoro, della Corte di cassazione, con pronuncia del 14-11-2023, n. 31646 ha confermato -rigettando il ricorso- la correttezza della procedura di irrogazione della sanzione disciplinare della sospensione dal servizio e dalla retribuzione per giorni otto, per un istruttore direttivo di Polizia Locale che si è ostinato, a dispetto della richiesta del sindaco, a non voler indossare l’uniforme ed a prestare servizio in borghese, con tanto recando danno di immagine all’Amministrazione comunale.

Questo il passaggio della sentenza: “sulla legittimità della sanzione, come contestata, rilevava che il Comune aveva effettuato gli acquisti delle divise per tutti gli appartenenti al Corpo di P.M., compreso il A.A., il quale aveva ricevuto la fornitura del vestiario nel febbraio 2009, come risultava dalla sottoscrizione del relativo modulo, sicchè del tutto ingiustificato era l’utilizzo, da parte di costui (e non anche degli altri appartenenti al Corpo della P.M.) di abiti borghesi per assolvere i compiti di istituto, non potendosi ipotizzare che, dopo soli due anni, l’uniforma di servizio fosse già logora”.

Ora, nulla sappiamo del caso di specie; va tutto bene e verosimilmente la sanzione è stata correttamente irrogata; tuttavia ci lascia solo perplessi questa frase: “non potendosi ipotizzare che, dopo soli due anni, l’uniforma di servizio fosse già logora”.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui