Con orientamento n°72/2014, l’ANAC ha sancito che “nei confronti di un dirigente che sia stato condannato con sentenza di primo grado, per il reato di peculato, deve trovare applicazione, in primo luogo, la sospensione obbligatoria dello stesso, ai sensi dell’art. 4, comma 1 della legge n. 97/2001, pertanto, allo stesso non può essere conferito un incarico diverso da quello che comporta l’esercizio delle competenze di amministrazione e di gestione”.

si riportano, per completezza, i relativi riferimenti normativi:

art. 4 comma 1: “Nel  caso  di  condanna  anche  non  definitiva,  ancorche’ sia concessa  la  sospensione  condizionale  della  pena,  per alcuno dei delitti  previsti  dall’articolo  3,  comma  1, i dipendenti indicati nello stesso articolo sono sospesi dal servizio”.

Art. 3 comma 1: “Salva l’applicazione della sospensione dal servizio in conformita’ a quanto previsto dai rispettivi ordinamenti, quando nei confronti di un dipendente di amministrazioni o di enti pubblici ovvero di enti  a prevalente partecipazione pubblica e’ disposto il giudizio per alcuni dei delitti previsti dagli articoli 314, primo comma, 317, 318,  319, 319-ter ((, 319-quater)) e 320 del codice penale  e  dall’articolo  3 della  legge  9  dicembre  1941,  n.   1383, l’amministrazione   di appartenenza lo trasferisce ad un ufficio diverso da  quello  in  cui prestava servizio al momento del fatto, con attribuzione di  funzioni corrispondenti,  per  inquadramento,  mansioni   e   prospettive   di carriera,  a  quelle  svolte  in  precedenza.  L’amministrazione   di appartenenza,  in  relazione  alla   propria   organizzazione,   puo’ procedere al  trasferimento  di  sede,  o  alla  attribuzione  di  un incarico differente da quello gia’ svolto dal dipendente, in presenza di evidenti motivi di opportunita’ circa la permanenza del dipendente nell’ufficio in considerazione del discredito  che  l’amministrazione stessa puo’ ricevere da tale permanenza.”

Pino Napolitano

P.A.sSiamo

 

 

Condividi.

Informazioni sull'autore

Invia una risposta