Quesito:esonero dall’obbligo del registro di carico e scarico dei produttori di rifiuti non pericolosi derivanti da attività di servizio.

0
1699

Domanda:

In quale articolo di legge posso riscontrare il fatto che sono esonerati dall’obbligo del registro di carico e scarico i produttori di rifiuti non pericolosi derivanti da attività di servizio?
Nell’attuale art. 190 del D.Lgs. 152/06 si parla di obbligo per i produttori di rifiuti pericolosi e di esenzione per i produttori di rifiuti non pericolosi in aziende con meno di 10 dipendenti, ma non trovo chiaramente esplicitata l’esenzione per le attività di servizio.
Un secondo mio dubbio riguarda l’obbligo di annotare nel registro i formulari relativi a rifiuti non pericolosi, da parte di aziende che producono anche rifiuti pericolosi.
Restando in attesa di un Vs. riscontro, saluto cordialmente.

Risposta:

L’articolo che esonera le aziende che non hanno più di dieci dipendenti dalla tenuta dei registri di carico e scarico, limitatamente ai rifiuti non pericolosi, è il 190, comma 5, d.lgs. n. 152/2006, che stabilisce:
«Sono esonerati dall’obbligo di cui al comma 1 gli imprenditori agricoli di cui all’articolo 2135 del codice civile, con un volume di affari annuo non superiore a euro ottomila, le imprese che raccolgono e trasportano i propri rifiuti non pericolosi, di cui all’articolo 212, comma 8, nonché, per i soli rifiuti non pericolosi, le imprese e gli enti produttori iniziali che non hanno più di dieci dipendenti».
Quanto agli adempimenti relativi ai formulari, nel caso di produzione di rifiuti non pericolosi, si evidenzia l’obbligo della loro conservazione per tre anni, ai sensi dell’articolo 193, comma 4, d.lgs. n. 152/2006.
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui