Quesito: Mercato Area Privata – requisiti.

i requisiti per l’apertura di tale mercato e le attività che si possono esercitare

0
490

Quesito: Mercato Area Privata – requisiti.

Buongiorno Dr. Pezzullo, vorrei qualche chiarimento sul mercato su area privata che ho trovato sulla legge regionale della Campania n. 7 del 2020.

In particolare quali sono i requisiti per l’apertura di tale mercato e le attività che si possono esercitare. La ringrazio per la risposta che vorrà fornirci.

Suap Comune di S. (CE)

 

Risposta

Premesso che il mercato su area privata era stato gia disciplinato con la precedente legge regionale n. 1/2014, mentre nell’attuale normativa, la legge regionale n. 7 del 21 aprile 2020, è regolato dagli articoli 23, 24 e 33, che definiscono compiutamente questa tipologia di mercato che si svolge su un’area privata, nonchè i requisiti e limiti dei posteggi e delle superfici.

Passiamo ad esaminare in dettaglio le disposizioni relativa alla presente tematica.

L’art. 23, comma 1, lett. c), definisce il “mercato su area privata” come un’area privata adibita ad attività mercatale per la vendita al dettaglio di prodotti tipici, artigianali, somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, senza installazione di strutture fisse nei posteggi e senza edificazione di volumetrie edilizie nell’area destinata ad attività mercatale.

Invece per superfice di vendita del MAP si intende quella risultante dalla somma delle superfici dei singoli posteggi.

Mentre l’art. 24, comma 1, lett. m), ha poi classificato il MAP come mercato su area privata costituito da almeno 20 posteggi, la cui superfice singola non può superare i mq. 70 e la superfice complessiva di vendita non può essere superiore a mq. 10.000 nei comuni con popolazione residente superiore a 10.000 abitanti; mentre non può essere superiore a mq. 3.000 con popolazione non superiore a 10.000 abitanti.

Infine, l’art. 33 individua i titoli abilitativi necessari per l’esercizio di tale attività commerciale ed i relativi requisiti richiesti.

In particolare, per quanto riguarda i titoli autorizzativi, tale articolo stabilisce che l’apertura, il trasferimento di sede e l’ampliamento di superfice dei mercati su area privata sono soggetti ad autorizzazione rilasciata dal Suap, previa richiesta del titolare responsabile dell’area mercatale.

Nel caso in cui siano commercializzati anche prodotti alimentari deve essere presentata, sempre al Suap, la Scia sanitaria.

Si evidenzia, ancora, che qualora tale attività fosse esercitata su una superfice lorda superiore a mq. 400, quindi comprendente anche depositi, uffici, servizi, aree di parcheggio, dovrà essere presentata anche la Scia Prevenzione Incendi.

Per quanto riguarda, invece, gli operatori che vogliono svolgere l’attività commerciale in tale area, dovranno presentare al Suap una Scia abilitativa per ogni singola attività.   

La modifica di ripartizione della superfice di vendita di ciascun posteggio, all’interno del MAP, nonchè gli spostamenti di posteggio delle singole attività, sono soggetti a comunicazione al Suap, a condizione che resti invariata la superfice complessiva del mercato.

Concludiamo questa analisi definendo, ancora, che il trasferimento di sede di un’attività fuori del mercato in area privata, in altra zona di appartenenza non è consentito, stabilendo quindi l’obbligo del divieto del trasferimento.

Mentre in caso di morte del titolare di una attività che si svolge in tale mercato, il subentrante per una attività che commercializza prodotti alimentari è tenuto ad acquisire i requisiti professionali, se ne è sprovvisto, entro 12 anni dal decesso.

                                                         C.te a. r. Dr. Michele Pezzullo               

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui