Quesito: esercitazione alla guida con motociclo con passeggero non istruttore.

0
161

DOMANDA.

Un titolare di foglio rosa che si esercita alla guida  con motociclo cc.125 senza istruttore, ma con passeggero a che sanzione soggiace.

RISPOSTA.

L’articolo 122 del codice della strada, come noto, regolamenta, tra l’altro, l’utilizzo  dell’autorizzazione per esercitarsi alla guida  al fine del conseguimenti della Patente (cosiddetto “foglio rosa”).

Nello specifico e con riferimento al quesito questa autorizzazione consente all’aspirante di potersi esercitare su un veicolo per il quale è stata richiesta la possibilità di conseguire la relativa patente, purché, in linea generale,  al suo fianco si trovi in funzione di istruttore una persona con determinati requisiti.

I requisiti che deve possedere l’istruttore sono quelli di non avere un’età superiore a 65 anni, di essere munito di patente valida per la stessa categoria che l’esercitate intende conseguire  e che tale patente deve essere stata conseguita da almeno 10 anni ovvero deve essere in possesso di una patente di guida di categoria superiore.

La norma prevede quindi che l’istruttore si trovi “al fianco” dell’aspirante.

Stabilisce inoltre il codice che per gli aspiranti al conseguimento di una patente di categoria A non si applicano le predette norme poiché è difficile, come si può immaginare, che l’istruttore possa trovare alloggio seduto al fianco del soggetto che è titolare del “foglio rosa” e/o che si debba esercitare alla guida.

In alternativa alla presenza dell’istruttore, il codice stabilisce che tali esercitazioni alla guida si debbano svolgere in luoghi poco frequentati.

Durante l’esercitazione quindi “l’aspirante patentato”, potrà circolare liberamente senza la necessità di un istruttore, sulla pubblica strada, ma a condizioni che si ci trovi in un luogo poco frequentato.

In particolare l’aspirante salvo che abbia meno di 16 anni potrà anche portare con sé un’altra persona; ovviamente se il certificato di circolazione e le caratteristiche del veicolo lo consentano.

Tale seconda persona non rivestirà mai la figura di istruttore e quindi per la stessa non sono previste specifiche qualità.

Il caso in esame è riconducibile come ipotesi sanzionatoria, alla fattispecie per la quale il conducente minore di anni 16 in fase di esercitazione con il cosiddetto foglio  trasporti un passeggero.

Per cui nel caso in cui manchi il requisito di età del soggetto esercitante ossia che lo stesso abbia un’età inferiore a 16 anni troverà applicazione la sanzione dell’articolo 170. Tale ultima norma prevede che sui veicoli a due ruote l’eventuale passeggero, se previsto dalla carta di circolazione, possa essere trasportato a condizione ulteriore che il conducente abbia un’età superiore a 16 anni.

Per cui a giudizio dello scrivente le ipotesi sanzionatorie possono oltre a quella sopra descritta, anche quella relativa alla violazione del numero di trasportati , con riferimento alla omologazione del ciclomotore così come previsto nel certificato di circolazione.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui