DOMANDA: Si chiede chiarimenti, sempre per cortese collaborazione, per una questione attinente alla ludoteca e/o  baby parking – scuole di ballo e/o attività culturali. Tali attività vengono spesso gestite da associazioni e poco spesso da  titolari di ristoranti, usando i locali per feste di compleanni con somministrazione di alimenti.

Richiesta:
1) Normative vigente per il controllo.

2) Quali sono le documentazioni che devono produrre ed esibire per  l’apertura delle attività di cui sopra?

Ufficio Annona P.M. Mondragone (CE) – M.llo B. P.

 Risposta:

Per le scuole di ballo il Ministero dell’Interno con circolare n. 559/C.12093.13500.c(32) del 1 giugno 1999 ha precisato che occorre fare una sostanziale differenza tra sala di ballo e scuola di danza :

1-  nel primo caso trattasi di attività a carattere imprenditoriale con offerta al pubblico di spettacolo e intrattenimento ed indica il locale ove si svolgono incontri e riunioni a scopo di divertimento, con pagamento di un biglietto; per tale tipologia di attività necessita il rilascio di licenza ai sensi dell’art. 68 Tulps previa verifica delle condizioni di sicurezza e agibilità ai sensi dell’art. 80 tulps;

2 – nella seconda ipotesi è, invece, indicato il luogo ove le persone apprendono l’arte della danza insegnata da soggetti abilitati; in tal caso non necessita alcun tipo di autorizzazione o licenza, ma è attività del tutto libera (Cassazione Penale, Sez. I, n. 3171 del 25 febbraio1989).

Necessita, inoltre, accertare il rispetto dei requisiti urbanistici e igienico sanitari delle strutture interessate, nonchè l’osservanza delle normative fiscali da parte del titolare.

 

Per le attività di ludoteca la Regione Campania non ha ancora provveduto a legiferare per disciplinare la materia.

Per quanto detto, proprio per l’assenza di normativa specifica, non è previsto il rilascio di alcuna autorizzazione amministrativa o presentazione della scia per l’esercizio dell’attività di ludoteca.

Pertanto, dobbiamo delineare il nostro intervento basandoci sulla verifica di alcuni elementi essenziali sia per i locali che per il gestore e/o titolare dell’attività.

In primo luogo occorre accertare che i locali, sede dell’attività: 

1- siano stati costruiti nel rispetto dei requisiti in materia urbanistica ed edilizia (permesso di costruire e destinazione d’uso);

2- sia accertata la sicurezza degli impianti (elettrici, idrici, riscaldamento) e delle attrezzature presenti;

3- osservanza delle norme sulla prevenzione incendi;

4- rispetto delle norme igienico sanitarie e sulla salubrità degli ambienti (certificato dell’ASL competente);

5- se vi è la presenza di una cucina e di una sala mensa con somministrazione,
necessita la Registrazione sanitaria – Scia sanitaria per le attrezzature della cucina, la mensa e per l’attività di manipolazione e preparazione di alimenti e bevande;
6- l’eliminazione delle barriere architettoniche.

 

Per il gestore, invece, è richiesta l’iscrizione al Registro delle imprese presso la Camera di Commercio della Provincia nella quale intende avviare l’attività, come impresa individuale o come società. 

 

 

Qualora, infine, i locali della stessa ludoteca sono utilizzati per feste private, di compleanno o altre ricorrenze, riservate solo ad ospiti ed invitati, senza pagamento di alcun biglietto di ingresso, si ritiene che non deve essere richiesta alcuna autorizzazione particolare.

In particolare, qualora, i prodotti da somministrare sono preparati in altri locai da società di catering e banqueting e portati presso la ludoteca, queste ultime ditte devono essere in possesso del titolo abilitativo nonché notifica sanitaria per i loro laboratori e veicoli per il trasporto degli alimenti preparati.

Qualora sono cucinati nei locali interessati alla festa, tali locali devono essere in possesso di notifica sanitaria per i laboratori e cucina.

Per entrambe le ipotesi, i locali in cui si effettua il consumo dei cibi, come abbiamo già evidenziato al precedente punto 5, devono essere in possesso dei requisiti igienico sanitari, con relativa notifica sanitaria.

 

Condividi.

Informazioni sull'autore

Michele Pezzullo

Invia una risposta