Interessantissima decisione del Tar Lazio sulla legittimità dell’utilizzo delle cd cabine di protezione.

Tar Lazio, Roma, III bis, 18/06/2014, n. 6426.

La Direzione Prov.le del lavoro, aveva imposto al Comune di Roma di non utilizzare le cabine protettive della P.M. quali posti di lavoro, neanche per contingenti esigenze di servizio, e questo sul presupposto che tali strutture non avessero i requisiti minimi previsti dalla vigente normativa, per essere utilizzati quali posti di lavoro (2 mq e 10 mc lordi minimi per lavoratore).

Di diverso avviso il Comune di Roma che ha eccepito che la normativa richiamata fa riferimento agli ambienti destinati in via ordinaria e continuativa ad ospitare i lavoratori, mentre le cabine protettive non possono essere considerate “locali chiusi destinati al lavoro”.

Il Collegio ha ritenuto, però, che la Polizia Municipale, svolgendo il proprio lavoro sulla strada, ha in essa il suo un “luogo di lavoro”, essendo i vigili urbani sostanzialmente addetti alla fluidificazione del traffico, a verificare le conseguenze di incidenti stradali, ecc., con la conseguenza che le cabine protettive costituiscono punti di appoggio per scrivere, se necessario, verbali di contestazione o per ripararsi momentaneamente da condizioni metereologi particolarmente avverse, così come ci si riparerebbe, ma in maniera meno soddisfacente, sotto una pensilina. In queste cabine gli addetti al traffico possono riporre i proprie effetti personali o, ancora, sostare nei brevi momenti di riposo.

Niente dunque di più diverso dal “posti di lavoro” nei quali il dipendente svolge la propria attività lavorativa durante l’orario di servizio.

Sulla strada eravamo, e sulla strada resteremo. Dateci però almeno un punto di appoggio se il “luogo di lavoro” è disagevole (pioggia, freddo, vento, neve, caldo ecc. ecc.).

Resta solo da verificare se ci sono le condizioni di potere “lavorare” in perfetta sicurezza in un ambiente di meno di 2 mq e 10 mc lordi.

Michele Orlando

P.a.sSIAMO

 

Condividi.

Informazioni sull'autore

Invia una risposta