La motivazione dell’ordinanza di disciplina della circolazione stradale

0
170

La motivazione dell’ordinanza di disciplina della circolazione stradale

Il codice della strada dispone espressamente che le ordinanze in materia di disciplina della circolazione veicolare debbano essere puntualmente “motivate”, così accentuando con previsione speciale detto obbligo in tale particolare settore, al fine di garantire ai destinatari delle ordinanze medesime la piena tutela dei diritti e degli interessi di cui sono titolari. Il divieto di circolazione, sia pure limitato ad una certa tipologia di veicoli, presuppone necessariamente la valutazione non solo dell’interesse pubblico, ma anche delle esigenze dei privati radicate nella zona colpita dal divieto, così da prendere in considerazione la possibilità di contemperare l’interesse pubblico alla limitazione della circolazione stradale con l’interesse di chi svolga l’attività lavorativa nella predetta zona. Ciò in ragione del fatto che il divieto di circolazione rappresenta una misura destinata ad incidere sulle attività imprenditoriali e deve trovare adeguata giustificazione in una completa istruttoria, che metta in risalto l’ineluttabilità ed infungibilità della misura stessa (Cons. Stato Sez. V, 21/09/2022, n. 8118)

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui