La morte in conseguenza del divieto di gareggiare su strada è fattispecie diversa dall’omicidio stradale.

0
64

Se in conseguenza di una gara tra veicoli si determina la morte di uno dei partecipanti, non si è in presenza di omicidio stradale, ma del delitto previsto per il divieto di gareggiare sulla strada.

Secondo Cass. pen., sez. V, 09/06/2021, n. 22768 è configurabile una gara di velocità, vietata dall’art. 9-ter C.d.S., quando due o più conducenti di veicoli, senza preventivo accordo e per effetto di una tacita e reciproca volontà di voler competere l’uno con l’altro, pongono in essere una contesa, consistente nel tentativo di superarsi, ingaggiando una competizione da cui deriva un vicendevole condizionamento delle modalità di guida.

Non ha nessuna rilevanza, infatti, l’insussistenza di una “gara” tra i veicoli in senso tecnico non potendosi questa ricavaredalla velocità delle vetture (in assenza di elementi dai quali trarre l’esistenza di una turbativa atta ad interferire con la marcia dell’altro veicolo), dal fatto che le due vettura, per un trat to, si fossero trovate appaiate, ben potendosi configurare un ordinario sorpasso.

Secondo la S.C. in tema di circolazione stradale, in caso di violazione del divieto di gareggiare in velocità a cui consegua la morte di una o più persone, è configurabile il delitto di cui all’art. 9-ter, comma 2, C.d.S. e non anche il reato di omicidio stradale di cui all’art. 589-bis cod. pen., difettandone gli elementi costitutivi, atteso che, in tal caso, la morte non è determinata da una condotta colposa bensì dolosa, alla quale si accompagna la sola prevedibilità dell’evento. Difatti, nel caso in cui, nel contesto della gara, la morte sia dipesa da violazioni cautelari diverse dal gareggiare e sia presente anche la colpa, l’imputato potrà rispondere dell’omicidio colposo ex art. 589-bis cod. pen. (oltre che del reato di cui al comma 1 dell’art. 9-ter C.d.S.), mentre, qualora la morte sia derivata tanto dal gareggiare che da altre violazioni cautelari e ciascuna sia assistita dal correlativo elemento soggettivo, avrà luogo il concorso materiale dei reati.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui