Sentenza meramente confermativa di arresti consolidati, quella del T.A.R. Toscana Firenze Sez. II, 09/01/2019, n. 23: “Sul presupposto che durante il giorno, e segnatamente dopo l’orario di chiusura delle scuole, sono maggiormente frequentati i bar o altri pubblici esercizi dove si trovano le macchinette e dove l’induzione al gioco può coinvolgere anche chi giunge in detti esercizi casualmente, è legittima l’ordinanza del Sindaco che impone lo spegnimento delle macchine da gioco nella fascia di orario individuata nella stessa ordinanza”.

Condividi.

Informazioni sull'autore

Pino Napolitano

Avvocato, dirigente comunale, Dottore di ricerca e specializzato in Diritto Amministrativo.

Invia una risposta