Emergenza Toscana; movimentata la CMEELL per la continuità amministrativa dei Comuni colpiti.

0
53

Con Ordinanza n.1041 il Capo del Dipartimento della Protezione Civile ha diramato ulteriori interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal giorno 2 novembre 2023 nel territorio delle province di Firenze, Livorno, Pisa, Pistoia e Prato.

Tra gli altri, viene disposta la mobilitazione della Colonna Mobile degli Enti Locali per le attività di supporto alle attività di continuità amministrativa in favore dei Comuni colpiti.

La Colonna Mobile degli Enti Locali è coordinata da ANCI ed operativamente da Roma capitale. Essa costituisce il più strutturato elemento dimostrativo della mutualità tra le municipalità italiane, poiché le amministrazioni comunali cedenti (con comando temporaneo presso i comuni beneficiari) sopportano (senza alcuna prospettiva di rimborso) gli oneri stipendiali dei propri dipendenti che operano a supporto dei comuni colpiti. Una funzione prevista dall’articolo 12 del Codice della Protezione Civile, comunque affidata alla sensibilità e disponibilità dei Sindaci.

In relazione a ciò, dispiegato il piano operativo di intervento, già nel corso della corrente settimana, il personale delle città di Roma, Firenze, Genova e Milano è presente ed è operativo presso alcuni comuni delle province di Firenze, Prato e Pistoia. Nel corso dei giorni, anche il personale del Comune di Bari, Torino, Catania, Venezia, Cagliari ed Arezzo si aggiungeranno a questa operazione di supporto che, prevista anche fino ad una durata di novanta giorni, potrebbe anche concludersi in un momento antecedente, in relazione all’efficacia dell’incontro sinergico tra i dipendenti degli enti locali che saranno chiamati a lavorare insieme. Sinergia anche facilitata dagli strumenti che sta predisponendo il Commissario delegato per l’Emergenza e la relativa struttura commissariale.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui