ll  Garante  per la protezione dei dati personali  ha pubblicato sul sito istituzionale un vademecum destinato ai partiti politici e candidati circa le  modalità per utilizzare correttamente i dati personali dei cittadini.

 

Il garante chiarisce che è  possibile utilizzare senza consenso i dati estratti da fonti pubbliche  mentre è possibile  utilizzare senza consenso ma con l’informativa i dati posseduti dai partiti, da movimenti politici, comitati e sostenitori di aderenti  o di cittadini con cui intrattengono contatti regolari, purché gli scopi che intendono raggiungere siano individuati nello statuto o nell’atto  costitutivo, ovvero siano strettamente funzionali al perseguimento di tali scopi. Si possono utilizzare solo con il consenso i dati personali di simpatizzanti che hanno già partecipato ad altre iniziative. Non sono utilizzabili in alcun modo i dati raccolti per motivi istituzionale, dati contenuti negli elenchi telefonici e comunque dati raccolti anche da titolari di cariche elettive nell’esercizio della loro funzione pubblica.

in allegato uno schema esemplificativo del Garante della Privacy

Giuseppe Capuano

 

P.A.s.Siamo

Condividi.

Informazioni sull'autore

Invia una risposta