Deontologia professionale e sottovalutazione dei giudizi di opposizione a sanzioni amministrative.

 

In premessa, si riporta tal quale, la narrativa di fatto della sentenza Cass. civ. Sez. Unite, Sent. 24-01-2020, n. 1609.

“Si legge nella narrativa della sentenza impugnata che nei confronti dell’avv. B.F. fu aperto procedimento disciplinare a seguito della nota datata 8 ottobre 2008 con la quale la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Firenze ne aveva disposto il rinvio a giudizio per i reati previsti e puniti dagli artt. 476, 482, 640 e 56 c.p., per aver formato un falso verbale di udienza penale del Tribunale di Catanzaro attestante la sua presenza dinanzi al giudice in qualità di difensore, al fine di procurarsi l’ingiusto profitto dell’annullamento della contravvenzione stradale elevata dal Comune di Firenze per un’infrazione commessa il giorno prima della data riportata nel verbale; l’orario riportato nel verbale di Catanzaro (ore 8,30) induceva difatti a escludere la presenza dell’avvocato a Firenze il giorno prima nel momento (ore 18,14) nel quale risultava commessa la contravvenzione stradale. Successivamente, ossia in data 16 novembre 2010, il procedimento fu ripreso, poichè al Consiglio dell’ordine degli avvocati era pervenuta copia della sentenza penale con la quale il Tribunale di Firenze aveva condannato l’avv. B. alla pena di anni due e mesi due di reclusione per i reati ascrittigli. Il procedimento disciplinare fu poi rinviato sino alla pronuncia della sentenza con la quale la Corte d’appello di Firenze dichiarò non doversi procedere per intervenuta prescrizione. Il Consiglio dell’ordine inflisse quindi all’incolpato la sanzione della sospensione per un anno, ritenendo documentata la formazione del falso verbale”.

La questione è stata portata in cassazione dall’Avvocato/reo … senza poter affrancarsi dalla sanzione disciplinare né dalle conseguenze del reato (ricorso rigettato).

Ora, la domanda è la seguente: ne valeva la pena?

Forse sarebbe stato molto meglio pagarlo, quel verbale….

Condividi.

Informazioni sull'autore

Pino Napolitano

Avvocato, dirigente comunale, Dottore di ricerca e specializzato in Diritto Amministrativo.

Invia una risposta