Decreto Minniti e “nozze con fichi secchi”!

Il decreto del ministro dell’interno del 15 agosto 2017 –e l’annessa direttiva- suscitano grande interesse in quanto tende a definire i rapporti tra le “specialità” delle due forze di polizia a competenza generalista ed a riordinare i presidi territoriali rispolverando l’antico adagio: “polizia in città – carabinieri in campagna”.

Al netto di questa riduzione semplificativa ed imprecisa, la lettura della direttiva è importante, così come è evidente l’intenzione di istituzionalizzare lo “scarico” del rilievo dei sinistri stradali sulla polizia locale, senza riconoscere mai formalmente l’importanza del lavoro svolto, delle qualità professionali maturate in questi anni, la rilevanza in materia di sicurezza stradale.

Ovviamente il ministro, quando compulsa al rilievo dei sinistri stradali H24, dimentica che, anche le città che hanno fatto sforzi per coprire l’intero arco della giornata, offrendo un servizio di polizia locale attivo sempre anche di notte, oggi come oggi, stanno “con una scarpa ed una ciabatta”.

In altri termini, gli organici delle polizie locali sono dimagriti del 25 o del 30% in dieci anni.

Ciò ha reso ridicolo l’impatto operativo del personale di polizia locali e in fascia antimeridiana o pomeridiana, quando ci si intestardisca, anche per accordi assunti con il prefetto, a conservare –con ridotto personale- un servizio che copra tutta la notte, tutte le notti. Insomma, bello, molto bello far credere all’Italia che le Polizie Locali delle città medie siano sempre pronte a coprire i servizi notturni, per assumere il carico del rilievo dei sinistri stradali in via esclusiva, nei centri abitati. Però, assolto questo obbligo, cosa resterà di operativamente rilevante nell’attività di corpi di polizia locale la cui composizione oscilla tra le 60 e le 80 unità?

Lo sanno i sindaci che, in condizioni del genere, la polizia municipale rilevati i sinistri stradali, non avranno le forze di fare molto altro?

La leale collaborazione è stata richiamata dal Ministro…. speriamo che essa comprenda la consapevole questione del già toccato fondo del barile.

Leggete e meditate.

Decreto Ministro Minniti agosto 2017 Direttiva specialità e razionalizzazione presidi

Condividi.

Informazioni sull'autore

Pino Napolitano

Avvocato, dirigente comunale, Dottore di ricerca e specializzato in Diritto Amministrativo.

Invia una risposta