Dal 10 settembre 2017,le notifiche degli atti giudiziari possono essere effettuate con soggetti diversi da Poste Italiane. E’ quanto ha stabilito la legge sulla concorrenza (Legge n. 124 del 4 agosto 2017, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 189 del 14 agosto 2017). L’art. 1, comma 57 di detta legge abroga l’art. 4, comma 5, del D.Lgs. 261/99 che riservava, in via esclusiva, a Poste Italiane gli invii di raccomandate postali relative ad atti giudiziali o non giudiziali.

Le nuove norme consentono anche al servizio di poste private, che dovrà ottenere il rilascio di una “licenza individuale”, la possibilità di notificare gli atti relativi alle violazioni al codice della strada.
I requisiti e gli obblighi per il rilascio della licenza dovranno essere determinati dall’Autorità Nazionale di regolamentazione, sentito il Ministero della Giustizia, entro il 27 novembre 2017.
Pertanto l’operatività della nuova disciplina è posticipata al 27 novembre p.v.
Condividi.

Informazioni sull'autore

Vincenzo Smaldone

Dirigente Area Amministrativa - Comune di Sant'Antonio Abate (NA)

Invia una risposta