Corte di Cassazione n. 5997 del 14/3/2014, attacco ai verbali del velox

0
9

Verbalizzazione illegittima se non indica la tipologia temporanea o permanente della postazione. Il comma 6 bis dell’art. 142 del codice della strada, prevede che “le postazioni di controllo sulla rete stradale per il rilevamento della velocità devono essere preventivamente segnalate e ben visibili, ricorrendo all’impiego di cartelli o di dispositivi di segnalazione luminosi, conformemente alle norme stabilite nel regolamento di esecuzione del codice della strada.”.

Ai sensi dell’art. 4 della L. n. 168 del 2002, la P.A. proprietaria della strada è tenuta a dare idonea informazione, con l’apposizione “in loco” di cartelli indicanti la presenza di “autovelox”, dell’installazione e della conseguente utilizzazione dei dispositivi di rilevamento elettronico della velocità, configurandosi, in difetto, l’illegittimità del relativo verbale di contestazione.

Salvatore Schiavone

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui