Così recitava il ritornello dei Ricchi e Poveri…e, in questo articolo, gli rubiamo il titolo in quanto non poteva essere più azzeccato!

Ogni giorno, quando seduti nelle nostre scrivanie dobbiamo acquistare qualcosa, preferiremmo essere sotto attacco alieno piuttosto che perderci nei meandri di MEPA…CUC….SUA…franchigie…soglie…limiti…categorie…metaprodotti…proprio da qui, iniziano a cantare…CHE CONFUSIONE! SARA’ PERCHE’….

Districhiamo la matassa e vediamo come ci dobbiamo comportare se siamo un comune non capoluogo di provincia:

– fino ad € 1000,00 IVA esclusa ogni comune, non capoluogo di provincia, può acquistare in maniera del tutto autonoma, fuori dal mercato elettronico. Unici vincoli da rispettare: no artificioso frazionamento e congruità e convenienza economica.

da € 1000,01 IVA esclusa ad € 40.000,00 ogni comune, non capoluogo di provincia, può acquistare in maniera autonoma ma con preventiva escussione al mercato elettronico. Nel caso il prodotto non sia reperibile sul Mepa, la SA può rivolgersi al mercato libero.

fino ad € 209.000 IVA esclusa ogni comune è tenuto ad acquistare beni e servizi sul Mercato Elettronico: nel caso il prodotto non sia reperibile sul Mepa fino ad € 40.000 IVA esclusa può attivare procedure autonome sul mercato libero; nel caso non sia reperibile sul Mepa e il valore dell’affidamento superi € 40.000,01 la SA è tenuta ad acquistare secondo le modalità di cui all’art. 33 comma 3 bis del Codice dei Contratti:

A) ATTRAVERSO LE UNIONI DEI COMUNI OVE ESISTENTI

B) ATTRAVERSO APPOSITI CONSORTILI = CONVENZIONI TRA COMUNI EX ART. 30 TUEL

IL TERMINE ACCORDO CONSORTILE E’ ERRATO (I CONSORZI DI FUNZIONI sono stati soppressi con l’art. 2, comma 186, della legge 191/2009.)

C) RICORRENDO AD UN SOGGETTO AGGREGATORE O ALLE PROVINCE:

* per queste categorie, a partire dal 09/08/2016, i comuni sono obbligati a ricorrere ai soggetti aggregatori di riferimento: per Vigilanza armata € 40.000 – per Facility management immobili € 209.000 – per Pulizia immobili € 209.000 – per Guardiania € 40.000 – per Manutenzione immobili e impianti € 209.000

D) ATTRAVERSO GLI STRUMENTI ELETTRONICI DI ACQUISTO GESTITI DA CONSIP S.P.A. O DA ALTRO SOGGETTO AGGREGATORE DI RIFERIMENTO.

In sintesi, organismi sovracomunali legittimi:

  1. Consip – Mepa

  2. Convenzioni tra comuni ex art. 30 TUEL

  3. SUA Stazione Unica Appaltante delle Province

  4. Mercati elettronici legittimi attivati ai sensi dell’art. 328 Regolamento di Esecuzione del Codice dei Contratti.

  5. Soggetti Aggregatori

– oltre € 209.000 IVA procedure aperte ad evidenza pubblica TRAMITE CUC IN CONVENZIONE EX ART.30 TUEL, SUA O SOGGETTI AGGREGATORI.

Colleghi, armatevi di una santa pazienza e rispettate soglie e categorie…il nemico è dietro la porta…pardon, dietro l’Albo on line!

Condividi.

Informazioni sull'autore

luca leccisotti

Comandante Polizia Municipale

Invia una risposta