Il Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, con lettera  del 17/7/2014 indirizzata al Ministro dell’Interno, al Sottosegretario alla P.C.M. e p.c. alla Conferenza Stato -Città ed autonomie locali, ha comunicato che, stante il vigente obbligo ai sensi dell’art.33, co. 3 bis  del D.lgs. 163/2006, l’Autorità non può esimersi dall’applicazione della disposizione vigente e, pertanto, senza un opportuno intervento normativo, deve opporre il diniego al rilascio del CIG nei confronti di tutti i soggetti che non agiscono in ottemperanza alla norma.

 VINCENZO SMALDONE

 

Condividi.

Informazioni sull'autore

Invia una risposta