Cassazione Civile Ord. Sez. 6  Num. 30207 Anno 2019 .

Il ricorrente aveva impugnato la decisione, n.3482/2017, il Tribunale di Cagliari che respingeva l’impugnazione condannando l’appellante alle spese del grado per la violazione dell’art.142 comma 9 del Codice della strada elevato nei suoi confronti, nonché del successivo e conseguente provvedimento di sospensione della patente di guida per la durata di sei.

Tra i motivi del ricorso il condannato riteneva che l’assenza di idonea segnalazione della postazione mobile di rilevazione della velocità, in quanto quest’ultima non era stata preannunciata da cartelli mobili. Ad avviso del ricorrente, la presenza di segnaletica fissa di avviso sulla strada interessata dal controllo non sarebbe stata sufficiente, posto che in concreto il superamento della velocità massima consentita era stato rilevato non mediante una postazione fissa, bensì attraverso una postazione mobile. A par un “cartello stradale posto al km.13+200” senza chiarire se si trattasse di segnale fisso o mobile. A parere   del ricorrente, l’obbligo di segnalazione della postazione di rilevamento mobile della velocità sarebbe ottemperato soltanto mediante cartelli mobili, essendo quelli fissi destinati a preavvisare gli automobilisti delle sole postazioni di controllo fisse.

La Cassazione ha confermato la sentenza del  Tribunale che  aveva ritenuto sufficiente la segnalazione della postazione di controllo della velocità eseguita mediante segnaletica fissa,   “non vietata dalle vigenti disposizioni”). Sul punto va osservato che nessuna disposizione impone che la postazione mobile di rilevazione della velocità debba obbligatoriamente essere preannunciata dall’apposizione di cartelli mobili. La funzione di avviso dell’utenza circa la possibilità di subire un accertamento della velocità di marcia mediante apparecchiature elettroniche su un determinato tratto di strada è infatti adeguatamente assicurata da qualsiasi cartello di avviso, indipendentemente dalla sua natura fissa o mobile, e senza che rilevi in alcun modo il tipo di postazione di controllo, permanente o temporanea.

 

Condividi.

Informazioni sull'autore

Giuseppe Capuano

Comandante Polizia Municipale

Invia una risposta