Anche il TAR Campania sulla Revoca della patente per carenza di requisiti morali e giurisdizione del Giudice Ordinario.

Sussiste la giurisdizione del giudice ordinario sulle controversie inerenti i provvedimenti di diniego al rilascio della patente di guida, ai sensi del disposto dell’art. 120, comma 1 del codice della strada, per l’insussistenza dei requisiti morali. In questo caso il diniego non è espressione di discrezionalità amministrativa, ma atto vincolato sia nel presupposto (esistenza della situazione richiamata), sia nel contenuto (impossibilità del rilascio della patente. Ciò anche dopo la sentenza della Corte Costituzionale 9 febbraio 2018, n. 22, con la quale è stata dichiarata la parziale illegittimità costituzionale dell’art. 120, comma 2, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (nuovo codice della strada). (T.A.R. Campania Napoli Sez. V, 20/06/2018, n. 4071)

Condividi.

Informazioni sull'autore

Pino Napolitano

Avvocato, dirigente comunale, Dottore di ricerca e specializzato in Diritto Amministrativo.

Invia una risposta