Il Consiglio di Stato, Sezione III, con sentenza n. 1955/2014, ha ritenuto che è pacificamente assodato in giurisprudenza che la rappresentanza del comune in giudizio compete solo al Sindaco e non al dirigente che ha adottato l’atto, investito unicamente del potere di promuovere o resistere alle liti.

 

VINCENZO SMALDONE

P.A.sSiamo

 

Condividi.

Informazioni sull'autore

Invia una risposta