Segnaletica, sanzioni ed onere della prova

0
110

Segnaletica, sanzioni ed onere della prova

La Corte di Cassazione (Ordinanza del 9 marzo 2022 n. 7715) ci ricorda il riparto dell’onere della prova tra chi contesta l’inesistenza della segnaletica stradale e chi ne contesta la non idoneità.

In materia di accertamento di violazioni delle norme del codice della strada, quando il ricorrente contesti l’inesistenza della segnaletica, orizzontale o verticale, prescrittiva di un determinato comportamento o impositiva di un divieto, la prova contraria spetta all’Amministrazione, posto che l’esistenza del segnale di preavviso o di divieto è elemento costitutivo della fattispecie sanzionata; mentre quando l’opponente deduca la non adeguatezza della segnaletica, la relativa prova incombe a lui.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui