DOMANDA: Vorrei chiedere quale documentazione amministrativa accorerebbe  presentare  al Comune per l’apertura  di un Escape Room . Come va inquadrata visto che si tratta ad ogni modo di un’attività commerciale? Grazie per la risposta

Funzionario Attività Produttive Comune di L (AV)

RISPOSTA

In primo luogo riteniamo necessario precisare cosa sia “l’escape room” che possiamo tradurre, letteralmente, “fuga dalla stanza”.

E’ un gioco di gruppo, nato in America, che ha incominciato a diffondersi anche in Italia, prima nelle grandi città e, di seguito, anche nei centri minori.

Trattasi di un gioco in cui le persone sono chiuse in una stanza, senza finestre, con altri partecipanti, da due a dieci; per poter uscire ogni concorrente o gruppo, con il proprio intuito, deve risolvere giochi di logica, enigmi e rebus attraverso gli oggetti e altri indizi rinvenuti nella stanza, in modo da trovare i codici giusti per poter uscire dalla stessa.

Tutto in sessanta minuti. 

Per partecipare al gioco è previsto il pagamento di una somma che varia secondo il numero dei partecipanti.

Da quanto detto, si deduce quindi che tale attività imprenditoriale deve essere inquadrata quale attività di trattenimento effettuata in un luogo chiuso, in cui il pubblico è impegnato attivamente, direttamente e personalmente.

Per quanto innanzi, si ritiene che l’esercizio dell’attività deve essere autorizzato ai sensi dell’art. 68 Tulps e, poiché il gioco viene esercitato in una stanza chiusa, occorre verificare che vi siano anche le condizioni di sicurezza delle stanze predisposte e dei partecipanti ai sensi dell’art. 80 Tulps, nonché la verifica delle condizioni di igiene dei locali interessati.

Il titolare dovrà, infine, essere iscritto nel registro delle imprese.

escape-room

Condividi.

Informazioni sull'autore

Michele Pezzullo

1 commento

  1. Giovanni Battista Silvestri su

    c’era un film , the cube, che era un gioco simile. da vedere! con una variante thriller

Invia una risposta