Il Consiglio di Stato, con sentenza n. 4695 del 3 settembre 2014, ha statuito la legittimità della revoca dell’aggiudicazione di un appalto di fornitura i cui prodotti erano stati originati in Paesi extraUE che superavano il 50% del valore totale di quelli offerti.

La detta sentenza fornisce una interpretazione sulla corretta applicazione dell’art.234 del Codice dei Contratti secondo cui le offerte contenenti prodotti originari di Paesi Terzi con cui la UE non ha concluso un accordo che garantisca un accesso comparabile ed effettivo delle imprese comunitarie agli appalti di tali Paesi, possono essere respinte se la parte dei prodotti originari di detti Paesi supera il 50% del valore totale dei prodotti che compongono l’offerta.

 

VINCENZO SMALDONE

P.a.sSiamo

Condividi.

Informazioni sull'autore

Invia una risposta