Luogo di commissione dell’illecito e giudice competente a decidere sull’impugnazione.

0
165

La rilevazione dell’illecito amministrativo radica, in modo inderogabile, la competenza a decidere sull’impugnazione al giudice del circondario nel quale risulta essere stata accertata l’infrazione.

Se, però, il verbale redatto in luogo differente da quello di accertamento, così come si verifica per quelli elaborati dal Centro Nazionale Accertamento Infrazioni, la competenza per territorio è in favore di quest’ultimo giudicante?

Cass., sez. civ., sez. II-2, 11/03/2022, n. 8030, viceversa, afferma che il rispetto del condiviso principio, il quale evoca, all’evidenza, il rapporto col territorio nel quale l’infrazione è stata commessa (il che, di norma, corrisponde con il luogo di elevazione del verbale), impone affermarsi il seguente principio di diritto:

“nel caso in cui si abbia scissione dei due momenti, perché l’infrazione perpetrata in un certo luogo viene rilevata da un’autorità sita altrove, impone attribuirsi la competenza al giudice del “locus commissi delicti”;

l’opposta soluzione, infatti, per un verso lederebbe la natura inderogabile e funzionale del discrimine sulla competenza, che cadrebbe, così, nella soggettiva disponibilità dell’amministrazione sanzionante e, per altro verso, darebbe vita a un’artificiosa competenza di un giudice estraneo alla prossimità

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui