Possono i consiglieri comunali impugnare le Deliberazioni di Consiglio Comunale che non incidono sull’esercizio del loro mandato, né sul loro status ovvero sulle prerogative del loro ufficio ?

Consiglio di Stato, sez. VI, 07/02/2014, n. 593

Interessante decisione del Consiglio di Stato che afferma che i consiglieri comunali, in quanto tali, non sono  legittimati ad agire contro l’Amministrazione di appartenenza, per contestare le eventuali scelte di natura politica, dato che il giudizio amministrativo non è di regola aperto alle controversie tra organi o componenti di organi dello stesso ente, ma è diretto a risolvere controversie intersoggettive.

In altri termini il singolo consigliere è legittimato ad agire solo quando deduca un vizio attinente ad atti lesivi del diritto ad esercitare le funzioni relative all’incarico rivestito e, di conseguenza, tale rimedio non può essere utilizzato per contestare, per altra via, le decisioni dell’organo consiliare.

Michele Orlando

 

 

 

Condividi.

Informazioni sull'autore

Invia una risposta