L’articolo 8 bis della L.689/1981 e le rare volte in cui la giurisprudenza se ne occupa.

0
188

Rientra nell’ambito del prudente apprezzamento del giudice amministrativo l’esercizio, anche d’ufficio, dei poteri istruttori, ivi compresa la richiesta di chiarimenti alle parti o l’acquisizione di informazioni o documenti dall’amministrazione. In tema di sanzioni amministrative, allorché siano poste in essere più condotte realizzatrici della medesima violazione, l’unificazione ai fini della applicazione della sanzione secondo il criterio del cumulo giuridico, presuppone l’unicità dell’azione od omissione produttiva della pluralità di violazioni, non operando nel caso di condotte distinte, sebbene collegate sul piano della identità di una stessa intenzione plurioffensiva, né è applicabile in via analogica l’istituto della continuazione di cui all’art. 81, comma 2, c.p., utilizzabile solo per le violazioni in materia di previdenza ed assistenza tenuto conto, altresì, delle differenze tra reato ed illecito amministrativo (Cons. Stato Sez. V, 13/06/2023, n. 5786).

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui