Attenzione ai rapporti sentimentali se avete partecipato ad un concorso pubblico ed uno dei Commissari d’esame è stato vostro compagno di vita.

Si segnala al riguardo l’interessante Tar Lombardia, Milano, 04/09/2014, n. 2307.

In altri termini, sussiste causa di incompatibilità fra Commissario e candidata stante la presenza di una relazione sia pure risalente a tredici anni prima ?

Secondo il Commissario, la presunta passata e datata relazione con una delle candidate non costituirebbe una legittima causa di ricusazione, considerato che non potrebbe dirsi esistente un rapporto di convivenza (peraltro mai esistito), né un rapporto di abituale commensalità.

Il Collegio milanese prova a fare chiarezza sui presupposti necessari ad escludere qualsiasi coinvolgimento personale che mina il principio di imparzialità.

Si legge nella decisione che il canone per cui, le Commissioni giudicatrici nei concorsi pubblici devono garantire, nella loro composizione, trasparenza, obiettività e terzietà di giudizio, discende dai principi generali e costituzionali vigenti in subiecta materia.

A tale riguardo l’avere intrattenuto (sia pure in passato) una relazione sentimentale con una candidata costituisce un presupposto non irragionevole per disporre la revoca della nomina di un commissario, in quanto circostanza (ben diversa dall’ipotesi della mera collaborazione scientifica) astrattamente idonea ad offuscarne l’immagine di indipendenza di giudizio e di terzietà.

Conclude, il Collegio osservando che l’ordinamento amministrativo, infatti, con tale genere di misure mira ad evitare tutte quelle ipotesi in cui, per circostanze oggettive, vi è il concreto pericolo (ma non necessariamente la certezza, attesa la natura formale della tutela) che possa essere compromessa la serenità di giudizio e la natura formale dell’accertamento.

Perciò, attenzione alle relazioni pericolose con Commissari e, prima di partecipare a concorsi, ricordate bene se tredici anni prima avete intrattenuto un “rapporto sentimentale” con quest’ultimo.

Michele Orlando

P.A.sSIAMO

Condividi.

Informazioni sull'autore

Invia una risposta